fbpx

Cose da sapere sull’acido Ialuronico

Cose da sapere sull’acido Ialuronico

Nel 1934, Meyer e Palmer isolarono dal corpo vitreo di occhi bovini una sostanza chimica fino a quel momento sconosciuta, che chiamarono acido ialuronico. Non sapevano di aver scoperto una delle molecole naturali che risulterà essere tra le più interessanti utilizzate in medicina e in cosmesi.

Ricordiamo però che nel corpo umano l’acido ialuronico viene sintetizzato da cellule specializzate con un peso molecolare di circa un milione di Dalton e che solo in tale intervallo di grandezza si ritrovano le benefiche proprietà attribuite genericamente a qualunque altra molecola di ialuronico più o meno lunga. Inoltre la stessa molecola di acido ialuronico con peso molecolare diverso può stimolare in modo addirittura opposto le cellule con cui interagisce.

Altro punto su cui soffermarsi è l’assorbimento, distinguendo quello ottenibile attraverso creme e simili, da quello relativo all’assunzione orale. La capacità di penetrazione e permeazione transcutanea di un cosmetico o di un farmaco topico dipende nuovamente dal suo peso molecolare: già al di sopra di un peso molecolare relativamente basso, è lentissima e scarsissima per cui quelle applicate con il cosmetico dall’esterno, sono quasi sempre quantità insignificanti rispetto a quelle già contenute nella pelle. L’effetto ottenuto, seppur limitato è comunque benefico, ma si limita agli strati più superficiali.

Il Filler rimane quindi l’unico modo di ripristinare il giusto quantitativo di acido jaluronico e ridonare alla pelle l’idratazione e la compattezza desiderata. Noi di Ebmedical proponiamo i prodotti LINEA GLODERM? L’UNICO PRODOTTO CON TECNOLOGIA IBS©.

 

2018-09-06T12:49:43+00:00