fbpx

Il Fibroma della mucosa Orale

Il Fibroma della mucosa Orale

Se i meccanismi regolatori della crescita, della divisione e della differenziazione delle cellule sfuggono al controllo, si forma un tumore (neoplasia). Le cellule tumorali proliferano in modo autonomo e progressivo, non arrestano da sole la loro crescita e sfuggono ai meccanismi di regolazione dell’organismo. A causa della loro posizione nel corpo (compressione sugli organi sani), del loro comportamento di crescita (proliferazione invasiva) o dei loro prodotti metabolici (ormoni, tossine, antigeni) esse danneggiano l’intero organismo.

Il Fibroma è un tumore benigno.

In generale, i tumori si suddividono in benigni e maligni. “Benigni”,; le profonde differenze esistenti tra l’andamento benigno e quello maligno sono riscontrabili soprattutto a livello delle caratteristiche microscopiche.

I tumori benigni si sviluppano lentamente, sono ben delimitati (spesso da una capsula di tessuto connettivo), non penetrano nei vasi, non invadono altri tessuti, non formano metastasi (cioè le loro cellule non si riproducono a distanza dal luogo di insorgenza) e sono ben differenziati istologicamente (spesso assomigliano al tessuto sano). Poiché, però, possono comprimere i tessuti sani, anch’essi possono dar luogo a complicanze.

Il fibroma della mucosa orale è un tumore benigno che cresce lentamente (diversi mesi o anni) e non provoca dolore.

Il trattamento dei piccoli tumori benigni consiste solitamente  nella loro escissione chirurgica. Il pezzetto di tessuto colpito viene rimosso completamente e analizzato al microscopio in un laboratorio di anatomia patologica.

Eb medical propone un alternativa meno invasiva per la risoluzione di questo problema. Il suo nome è Argo.

ARGO sfrutta il principio dell’arco voltaico, ovvero una scarica elettrica in grado di generare una notevole energia, i tessuti trattati passano allo stato gassoso attraverso la combustione dei liquidi dei tessuti superficiali, evitando  di  comunicare  alle  zone circostanti il calore indesiderato, ciò avviene proprio attraverso la  formazione  di   questo   piccolo   arco   elettrico   simile   ad   un   minuscolo   fulmine  (  cariche   elettriche   ed   elettrostatiche  )    che   provoca   la ionizzazione dei gas contenuti nell’aria.  Il dispositivo  è costituito  da  un  solo  manipolo con impugnatura ergonomica che  permette  di  erogare  due  diverse potenze, in modo da poter diversificare i trattamenti.

La tecnologia permette un’emissione costante del segnale in uscita, calibrato e regolato per  non  danneggiare  il  tessuto  sottocutaneo  e quindi permettere metodiche non invasive.

 

http://www.medeco.de/it
2018-03-28T06:45:04+00:00