fbpx

Carbossiterapia a cosa serve

Carbossiterapia a cosa serve

Per Carbossiterapia si intende l’impiego, a scopo terapeutico, dell’anidride carbonica medicale (CO2)

Come funziona la Carbossiterapia

Studi e ricerche cliniche universitarie hanno dimostrato che l’anidride carbonica esplica i seguenti effetti:

  • Sul microcircolo, riapre i capillari chiusi, riattiva quelli malfunzionanti e aumenta la percentuale di ossigeno nei tessuti migliorando lo stato di patologie come quella della gamba gonfia sino ad ulcere di varia natura.
  • Sul tessuto adiposo, rompe le membrane delle cellule grasse (effetto lipoclasico) riduce gli accumuli di grasso sulla cute (pelle), oltre ad aumentare la percentuale di ossigeno nei tessuti migliora l’elasticità cutanea, inducendo un ringiovanimento del derma.

Quali sono le indicazioni?

Ci sono molti studi scientifici e verifiche cliniche di sicurezza ed efficacia riguardo questa terapia. Eficcace quindi su diversi ambiti, dal trattamento delle adiposità localizzate (cuscinetti di grasso), degli inestetismi della cosiddetta cellulite (migliora la pelle a buccia di arancio, la lassità cutanea, le smagliature etc) ad un notevole effetto sulla circolazione del sangue (si trattano dalla insufficienza venosa alle ulcere vascolari).

E’ un trattamento che può essere fatto durante e dopo una dieta , non serve per dimagrire in generale, ma migliorare il risultato estetico tonificando i tessuti .

Notevole effetto sulla cellulite, riduce il cuscinetto e leviga la cute eliminando l’effetto della buccia d’arancia e riduzione di volume delle adiposità localizzate

Effetti sull’adipe, riduce il grasso accumulato all’addome e sui fianchi.

Effetti sulla circolazione, riduce il senso di pesantezza e gonfiore delle gambe.

Per questi motivi la Carbossiterapia trova il suo impiego in:

  • Chirurgia-plastica
  • Medicina-estetica
  • Flebologia
  • Medicina anti-aging

Esistono delle controindicazioni?

Pazienti che soffrono di : insufficienza renale grave, trombosi arteriose, che stanno seguendo delle cure con inibitori dell’anidride carbonica, tachiaritmie cardiache, pregresso d’ictus, gravidanza, tromboflebiti, anemia grave, per questa ragione prima di sottoporsi al trattamento il medico dovrà valutare il corretto stato di salute del paziente.

La terapia si esegue in ambulatorio.

Il ciclo medio è di 12 sedute a cadenza settimanale.

Ciascuna seduta ha una durata di 25 – 30 minuti ed il ritorno alle normali attività è immediato.

2017-09-07T07:06:54+00:00